Tanti palindromi divertenti con frasi in italiano

Ultimo aggiornamento

Ecco dei palindromi divertenti con frasi in italiano. Intanto il palindromo va detto è una sequenza di lettere che letta al contrario non cambia. Ad esempio Anna o ottetto sono parole palindrome. Ma possono essere palindromi anche dei numeri; ad esempio chi compie gli anni e festeggia il suo compleanno celebrando 11 anni, 22, 33, 44, 55, 66, 77, 88, 99, sta festeggiando un compleanno palindromo.

A proposito di compleanno magari potreste approfittare per mandare su Facebook o WhatsApp a chi fa compie degli anni palindromi una frase palindroma di auguri! Ma palindrome possono essere anche delle intere frasi che appunto lette da destra verso sinistra non cambiano ad esempio: erano da Anna a donare. Infine ci sono anche  i palindromi  sillabici come ad esempio Nerone (cioè appunto ne-ro-ne)

Tornando alle frasi palindrome vi proponiamo quelle del più grande creatore di palindromi che è Gabriele de Simon che ha anche inventato il palindromo più lungo al mondo. Ecco dunque una lista di frasi con palindromi divertenti di Gabriele de Simon di cui alcune sillabiche. I palindromi sono accompagnati da una frase di introduzione per contestualizzare meglio il palindromo stesso:

Avvertimento al ragazzino:
E con le botte Luca…culetto bel noce!

Bimbo col regalo:
Ora, coccola balocco, caro!

Manovre agresti:
Ero a dirottar trattori da ore!

Esordi di una celebre tennista:
Ella, per attaccar, a esimi si mise a raccattare palle!

Lavori forzati sotto la pioggia:
Era clima nocivo: umidità ira celava. Le cariatidi muovi con Amilcare.

Noè dopo il diluvio:
Allagai l’arca sacra, lì a galla!

Einstein lungo la riva del Danubio, dopo la piena:
Argine di Ulm lui denigra.

Manovre agresti:
Ero a dirottar trattori da ore!

Archeologa funeraria:
Irene cerca sacre ceneri.

L’adorata ha preso i voti:
Omai tu segui più Gesù. Ti amo!

Seneca prova a dissuadere Nerone:
O re, voi amate l’arte tetra, letamaio vero!

Robinson Crusoe:
Ivi con i rami e d’ago ripara piroga dei mari nocivi!

Scioglilingua:
A collo corolla d’alloro colloca.

Alla festa di compleanno:
Ora ridi! Per te sorella, ballerò se trepidi! Raro!

Seccatura sulla provinciale:
Eraso parafango, fogna farà posare!

Al bar, all’ora di punta:
Otterrò caffè? Beh…, che beffa! Corretto!

Scarsità di pesci:
È ressa per arraffar rare passere!

Prognosi riservata:
Catalessi…disse la T.A.C..

Prelibatezze per palati palatini:
Ai re solo gelati con noci: tale goloseria!

Nascosto nella stiva col tesoro:
Avaro dovevi veder: per evitar i pirati, vere prede vive v’odorava!

Ballo nel saloon:
Osare singolar rock OK CORRAL ogni sera so!

I ragazzini e le merende:
Eri dove delibai? Gnam! Mia madre mi dette fette di merda. Ma, immangiabile, devo dire!

Palindromo 38 GdS
Il re non prende sonno:
E risana ire la valeriana, sire!

Sospetto:
Era geloso: Anna osò legare!

Imbrunire pugliese:
È sera. Balla fra falene la farfalla barese.

Armata Brancaleone:
Erano truppe? Non odono neppur tonare!

Collezionista di batraci:
Elia ha ile.

Destino crudele:
Ora sì, me tapino! Con i patemi sarò!

Pantagruel:
Stipati lauti pasti!

Vento guastafeste:
Zefirello t’osò toller i fez!

Pessima giornata per il professore:
È secca tosse da ore. Parole tu metti: zitte! Mute! L’ora però adesso t’accese!

Icaro:
O…se temo percosse! Da seimila ore volo, cari miei! Miracolo vero! Ali mie, s’adesso crepo? Me teso!

Pochi scrupoli di coscienza nell’indigenza:
Onor? Animo Nadia! Hai fame? Mafia hai da nominar! O no?

Agente immobiliare:
Carlo sa casa locar!

Postumi della battaglia:
O re, vabbè…di sera patire ferita pare si debba, vero?

Abuso di stupefacenti:
Edi volle bere crack. Carcere bello vide!

Il masochista:
La verità? Patire val!

Tiziano Ferro ricorda…:
O vitale ROSSO RELATIVO!

Cibo troppo speziato:
Adesso tale pepe la tosse dà.

Modigliani:
Adirò ritrarti rorida!

Ragazzino ingordo al cinema:
O nonna! Dispepsia mais, Pepsi danno…,no?

Sindrome di Stendhal:
All’abside, vedi…sballa!

Ancora dieta…:
Mangio poco poco. Poi…gnam!

Dubbio amletico:
Io perirò mamma! Morir…e poi?

Gentil sesso:
Ora donna dici: dici danno darò!

L’idealista:
Odia lottare per atto laido.

Applicò collari a strozzo:
Ivi, con ingegno, collocai a collo congegni nocivi!

Cleptomania d’autore:
E Monet talor rubò burro, latte,…nome!

Dispersa dopo Il cataclisma:
E se tsunami Manu stese?

Il boia:
Oggi far tale male oso e…lame là trafiggo!

Onde in arrivo:
Ei Manu, stai giù! Qui già tsunami è!

Viaggio agli inferi:
Ero là! C’è un etere metafisico, soci! Sì, fa temere tenue calore!

Incontri ravvicinati:
O ti par…o fu d’ufo rapito?

Moralista taglia gli stipendi:
Ora ne decurto truce denaro!

Imprinting:
Ovo con i volatili nei fienili tal ovino covò!

Dubbi d’amore:
Ama Moira Mario. Ma Moira Mario m’ama?

Bimbi dispettosi:
I nipoti agitarono otto onorati gai topini.

Il vizio del fumo:
Smetterà Gisella i riti di tiri alle sigarette MS?

A spasso per la Calabria:
A Locri con nonno circola.

Pericolo nel cantiere:
Urge reggere gru!

Frutta secca immangiabile:
E’ raro, vi dico, nere noci divorare!

Costretto a tassare gli immobili:
Umiliato votai l’IMU.

Ed ecco invece una serie di palindromi sillabici sempre di Gabriele de Simon

Il peccatore:
Chi verso Dio mandi collera, moia! Morale: col diman odi soverchi!

La madre della mamma è disinteressata:
Ma la nonna Pina non l’ama!

Gangster:
Trami colpo col mitra.

Consigli d’amore:
Di cor predicare è facile, ma male ci fa e reca dì precordi!

Se vuoi un cruciverba personalizzato Contattaci