Poesia di strada, giochi di parole e street art di Mister Caos

Siamo stati alla prima personale di Dario Prounto (aka Mister Caos); faremmo meglio a dire che è la prima personale di Mister Caos, in fondo quanti sanno il vero nome di Banksy? Mister Caos è un poeta di strada che è ben diverso da dire che è un writer. La poesia di strada è un curioso mash up di arte figurativa, design e poesia appunto. Ma la poesia è qualcosa di controverso in Mister Caos: “Non ho mai sopportato i poeti e le loro opere, poi ho scoperto la poesia”. Curioso no? L’approccio alla poesia come per molti è stato quello scolastico e quindi imposto con metodi tradizionali e per tale ragione non è stata accolta con entusiasmo agli inizi da Mister Caos; poi, i suoi versi che ha deciso di portare in strada prima stampando su semplici fogli A4 (usando speciali collanti non tossici e biodegradabili) e poi sviluppando diverse tecniche come quella degli stencil. Ci piace definire ciò che fa Mister Caos come poesia visiva i cui padri sono artisti come Lamberto Pignotti a cui peraltro si è ispirato Mister Caos.

Siamo stai alla prima personale perché pensavamo (e non ci sbagliavamo) che ci fosse una forte analogia con i temi che trattiamo spesso su iltuocruciverba.com, ovvero i giochi di parole. Già il titolo della mostra lascia presagire questo: Cose a caos. All’interno della mostra abbiamo trovato cruciverba crittografati, versi dai quali vengono estrapolate singole parole che a loro volta compongono un verso, il gioco del nove con un verso da comporre, assonanze di parole ma che grazie a spostamenti di accenti creano dicotomie od ossimori.

Curioso come Mister Caos fosse, e lo è ancora, affetto da dislessia e anziché essere un limite è stata una risorsa per poter sperimentare, giocare con le parole, la punteggiatura: il risultato finale è strabiliante. Vi aggiorneremo sulle prossime mostre ed eventi di Mister Caos

Se vuoi un cruciverba personalizzato Contattaci